Twitter non sceglie il Quirinale. La generazione dei neo-eletti e la vigilanza civica

Twitter non sceglie il Quirinale, tanto vale dirlo subito. Ma c’è una bella discussione in queste ore su quanto la realtà della Rete abbia a che fare con gli orientamenti degli eletti. È nata dopo un’evidenza sul web di un mood anti Marini che ha trovato conferma in un dissidio pubblico (e pubblicato in post,… Read More Twitter non sceglie il Quirinale. La generazione dei neo-eletti e la vigilanza civica

Chi di trolling ferisce…

Scrive Grillo: Da mesi orde di trolls, di fake, di multinick scrivono con regolarità dai due ai tremila commenti al giorno sul blog. Qualcuno evidentemente li paga per spammare dalla mattina alla sera. Questi schizzi di merda digitali si possono suddividere in alcune grandi categorie. Quella degli “appellanti” per la governabilità per il bene del Paese, del… Read More Chi di trolling ferisce…

La comunicazione del movimento 5 Stelle e la Rete. La narrazione consolatoria dei media e il cono d’ombra 2.0

[Credit immagine: Giornalettismo] Si è parlato in questi giorni dell’uso a bassa tecnologia della Rete da parte del movimento 5 Stelle. Serena Danna sul Corriere in una bella analisi spiega come: Il progetto di Grillo e Casaleggio ricorda quello dei colossi del web Google e Facebook, che lavorano per creare una dimensione esclusiva di navigazione online dove… Read More La comunicazione del movimento 5 Stelle e la Rete. La narrazione consolatoria dei media e il cono d’ombra 2.0

Il senso della Rete per la politica: le prime elezioni italiane che scorrono online

Politica al tempo di elezioni. Questa è stata la prima tornata elettorale che avrebbe dovuto vedere un protagonismo della Rete. Avrebbe, appunto. Riconosco il valore dell’engagement online, dei tentativi di parlare in modo disintermediato con i propri elettori. Anche se dovremmo prima o poi però riflettere se una conversazione unidirezionale fra lo staff di un… Read More Il senso della Rete per la politica: le prime elezioni italiane che scorrono online

Dietro il senso di #montilive: un’introduzione

[Nota: questa è solo l’introduzione dell’articolo completo uscito su TechEconomy] Mario Monti non solo ha aperto la sfida elettorale con la sua “salita” in campo tra Natale e capodanno ma è anche entrato strategicamente nella logica della comunicazione online premendo l’acceleratore sulla relazione tra mainstream media e social network che, al momento, lascia gli altri… Read More Dietro il senso di #montilive: un’introduzione

La strategia di Monti nel “salire” online

Nome e logo della lista civica a supporto di Mario Monti premier sono stati presentati. L’agenzia di comunicazione scelta è Proforma – quella di Vendola, ricordate?   Online si è immediatamente scatenata la rincorsa critica sia sul simbolo che sul nome scelto, che a molti sembrano mostrare poca professionalità comunicativa. Troppo miseri e manipolabili i… Read More La strategia di Monti nel “salire” online

Democrazia 2.0: l’importanza di essere open politik

L’appuntamento elettorale che ci attende è anche un’occasione rilevante per focalizzare la nostra attenzione e ripensare i rapporti tra politica e cittadinanza nell’epoca della Rete. Per questo ritengo utile promuovere l’appello Democrazia 2.0 che ribadisce l’importanza di essere open per ogni tipo di governance e chiede agli eletti di impegnarsi nel costruire un percorso di trasparenza… Read More Democrazia 2.0: l’importanza di essere open politik

Solo Nichi.

Appuntamenti con gli elettori, presenze in televisione, critiche a Grillo, cenni al programma e ancora incontri su incontri qui e là. Se leggete i profili Twitter dei candidati alle primarie del PD Laura Puppato (@LauraPuppato), Pierluigi Bersani (@PBersani), Matteo Renzi (@matteorenzi), Bruno tabacci (@TabacciPrimarie) trovate principalmente tweet su queste cose. Molto presenzialismo, quindi. E la… Read More Solo Nichi.